In Cina per volare verso il futuro

Autogrill entra nel mercato del food&beverage aeroportuale cinese partendo dagli scali
di Pechino e Sanya: è l’inizio di una sfida che apre interessanti prospettive 

Il primo passo al momento giusto: i grandi viaggi, le avventure di successo iniziano sempre così. È importante sapere dove si vuole andare, conoscere la strada da seguire, avere un bagaglio adeguato, i compagni di viaggio giusti e – soprattutto – partire nel momento opportuno. Autogrill ha dato il via alla sua nuova storia in Cina tenendo ben a mente tutto questo. 

La crescita in Asia: la Cina, dopo Malesia, Singapore, India, Vietnam e Indonesia. 

Era il 1998 quando Autogrill ha iniziato ad espandere le sue attività in Asia: prima in Malesia, poi Singapore e India nel 2007/2008. Negli ultimi anni, l’accelerazione: Vietnam, Indonesia, ed infine il grande passo, il mercato cinese della ristorazione aeroportuale. 

Sono infatti due accordi siglati attraverso la divisione HMSHost International che porteranno il Gruppo ad aprire entro il 2015 ben 10 punti vendita negli aeroporti internazionali di Pechino e di Sanya.

Ma non è una prima volta...

Una nuova Cina per un Gruppo sempre più internazionale

Sono stati quindici anni intensi, percorsi di corsa, quelli che la Cina ha vissuto all’inizio del Terzo Millennio. Oggi, il Gigante asiatico è un paese nuovo e secondo gli analisti si appresta diventare nel corso del 2016 la prima economia mondiale.

Uno sviluppo impetuoso e ancora in corso che ha generato cambiamenti negli usi e costumi degli abitanti del paese più popoloso del mondo. La crescita economica ha portato con sé la nascita di una classe media portata a spendere non più per i soli bisogni primari, ma anche per beni e servizi; una classe media che rappresenterà nel 2020 il 51% della popolazione cinese.1

Una vera e propria rivoluzione di consumo attende la Cina: non più solamente cibo come voce di spesa, ma anche salute, abbigliamento, cultura, tempo libero e viaggi.

Ecco allora arrivare l’esplosione della domanda sul mercato dei voli aerei e la grandiosa crescita dell’aeroporto di Pechino, che - passando dai circa 21 milioni di passeggeri del 2002 agli oltre 86 milioni del 2014 (fonte: ACI)  - presto diverrà il più frequentato del mondo.

La grande corsa degli aeroporti cinesi: l’aeroporto di Pechino, futuro leader mondiale

Prenotazioni

Così si presenta la Cina vista dai suoi aeroporti nel 2015: un mercato amplissimo e finalmente maturo, pronto a riscrivere le gerarchie del settore aeroportuale mondiale. Una sfida da cogliere.

 

Pechino e Sanya, trampolini di lancio

Con l’avvio delle attività in due aeroporti strategici per la Cina e per  il sud-est asiatico, Autogrill vuole cogliere le opportunità di crescita che offre il Paese con una proposta di ristorazione selezionata, frutto del know how acquisito nei numerosi anni di esperienza in tutto il mondo”

 -Walter Seib,  CEO di HMSHost International –

Con prontezza, Autogrill ha colto nell’evoluzione del mercato cinese gli elementi fondamentali per dare forza alla linea strategica di internazionalizzazione e di focalizzazione nel canale aeroportuale stabiliti per lo sviluppo del Gruppo.

Gli accordi siglati prevedono l’inaugurazione , entro il 2015, di 6 punti vendita nell’aeroporto di Pechino e di 4 in quello di Sanya. Due scali strategici: il primo è infatti  destinato a diventare il più frequentato aeroporto del mondo, mentre il secondo serve una delle principali mete turistiche del Paese.

 

Capire il cliente: la via del successo

In questa nuova avventura Autogrill non sarà sola. Gli accordi sottoscritti, infatti, prevedono la collaborazione con importanti operatori cinesi nel settore del food&beverage aeroportuale.

A Pechino, compagno di viaggio sarà Huazhuo, mentre per lo scalo di Sanya il partner nella gestione del punti vendita sarà Cosmos.

Con queste partnership il Gruppo intende valorizzare al massimo il proprio know how nella gestione della ristorazione aeroportuale, avvalendosi di una guida esperta ai gusti e alle peculiarità del mercato cinese.

La formula proposta, infatti, sarà quella che ha portato Autogrill a diventare leader mondiale della ristorazione in viaggio: concept innovativi e brand globali di successo, senza perdere di vista le peculiarità e le esigenze della clientela alla ricerca dei sapori e delle tradizioni gastronomiche del territorio. Un’impostazione glocal in grado di coniugare insegne locali, internazionali e la qualità del “made in Italy” che caratterizzerà la presenza del Gruppo nel principale mercato mondiale dei prossimi decenni.

Autogrill all'aeroporto di Pechino

Per i 6 punti vendita dell’aeroporto di Pechino, Autogrill ha sviluppato un’offerta di ristorazione composta da brand locali, internazionali e marchi “made in Italy”: 2 store Crystal Jade, insegna locale caratterizzata da ricette della cultura enogastronomica cinese; Puro Gusto, emblema del bar all’italiana arricchito con elementi del coffe shop della tradizione anglo-americana; Grab & Fly, con un assortimento internazionale di snack e bevande pensati per un consumo last minute; Burger King, marchio di hamburger restaurant noto in tutto il mondo; Urban Food Market, concept di gastronomia metropolitana con una proposta “street food“ pensata per i canali del viaggio.

Autogrill nell'aeroporto di Sanya

A Sanya Autogrill proporrà, negli oltre 800 metri quadrati complessivi di spazi dedicati alla ristorazione, quattro diversi concetti. Nei due locali gestiti direttamente da Autogrill apriranno Juicy Details, che offre ai viaggiatori frullati e succhi di frutta freschi, e Taste of China, che si contraddistingue per la proposta di ricette tipiche cinesi. Nei due locali in sub concessione saranno proposte le insegne KFC, che offre soluzioni adatte ai gusti dei viaggiatori alla ricerca di prodotti internazionali e Jui Mao Jui, specializzato nella preparazione di piatti tipici della tradizione gastronomica del nord della Cina.

1 Fonte: Meet the Chinese consumer of 2020, McKinsey Quarterly

Paginatore

EmpoWer
Bistrot: qualità locale e successo internazionale
In Cina per volare verso il futuro
Viaggio nel "cuore" di Autogrill: lo Spazio Fucina
L'innovazione al servizio delle persone: l'incontro Autogrill-Electrolux
E se stasera cenassimo in aeroporto?
O’Hare Urban Garden, un giardino sospeso tra i gate
Il futuro è al Delaware Welcome Center