Atocha: viaggiare ad alta velocità

L’alta velocità ridisegna la geografia e il modo di viaggiare: Autogrill offre una nuova opportunità di vivere le stazioni.

Madrid è sul mare, o quasi. No, non sentirete la brezza mediterranea, né le onde a Puerta del Sol, però vi accorgerete del cambiamento nella stazione di Atocha. Da lì i treni dell’AVE ti portano a Valencia in poco meno di due ore. 350 chilometri, un’ora e 50 minuti di viaggio: incredibile! Con l’Alta Velocità sono cambiate distanze e sensazioni, nulla è come prima: da quando Madrid è sul mare, i miei viaggi hanno altri pensieri – a partire dalla stazione.

Carmen Martín, avvocato

Da ragazza, per me giovane avvocato andalusa assunta al ministero, il viaggio verso Madrid era un calvario. Oggi, spesso, è l’inizio del weekend. Chiudendo la valigia, prima, tra i vestiti e i libri infilavo del tempo da perdere, oggi ho più spazio libero nel bagaglio.
Il venerdì, esco dal lavoro e cerco di arrivare per tempo in stazione. Da qualche anno, quando decidiamo di andare al mare, con mio marito l’appuntamento è fisso:

“Ci vediamo all’ingresso del Wine Plaza, di fronte al giardino”

Il giardino botanico: forse quanto più mi affascina della stazione. Se arrivo in anticipo ne approfitto sempre per una passeggiata tra gli alberi esotici e maestosi, al caldo, a cercare di vedere le tartarughe.

Quando è libero, scegliamo sempre lo stesso tavolo – quello nell’angolo sulla destra. Consultiamo la lista dei vini, ma siamo due tremendi abitudinari: un vino bianco e mosso per me, uno rosso e fermo per lui. La fatica del lavoro inizia a essere dimenticata.
Il vino, il fine settimana, Madrid a due passi dal mare: la stazione di Atocha mi pare un mondo diverso da quello della mia gioventù.

Atocha, nel cuore della Spagna

 La volta alta della stazione, quel giardino di alberi giganti in mezzo all’atrio, il vino nel bicchiere, persone che – da ogni angolo della Spagna – arrivano nella capitale con il carico dei loro accenti, persone che partono per impararne altri: noi due, al nostro tavolino, con il mare prenotato sul biglietto e due giorni di relax davanti. Abbiamo un brindisi tutto nostro, per questo momento:Al mare di Madrid”, suoniamo con il vetro del cin cin personale. È un momento magico, quello. Poi beviamo dai bicchieri il primo sorso di weekend.

Autogrill a Puerta de Atocha

La stazione madrilena di Puerta de Atocha – recentemente rinnovata – è uno snodo fondamentale per la rete dell’alta velocità spagnola.

In occasione dell’inaugurazione della linea Madrid-Valencia, nel 2010, Autogrill ha potenziato la sua presenza sul posto, dando vita a nuovi punti vendita e rinnovando quelli esistenti. Autogrill gestisce oggi a Puerta de Atocha 12 locali, con un mix di insegne pensato per soddisfare le variegate esigenze di circa 5mila clienti che la attraversano ogni giorno.

Paginatore

Dietro le quinte: aggiudicarsi una gara per una nuova location
Con Academy costruiamo il nostro futuro
L'aeroporto di Schiphol: da nonluogo ad aerotropolis
Atterrare al centro del mondo. L'aeroporto di Abu Dhabi
Atocha: viaggiare ad alta velocità
Intervista a Johnathan Hanh Nguyen: il nostro partner in Vietnam
Starbucks + Autogrill = molto più di una somma!
From risk to reward
HMSHost
Alpha Group
Carestel
Aldeasa
World Duty Free
Autogrill - scissione parziale proporzionale del business Travel Retail