Storia

Nel 1947 nasce l'autogrill: un nuovo luogo di consumo specificatamente destinato agli automobilisti. Ad "inventarlo" è Mario Pavesi, ma in quei punti di ristoro si specchia tutta l'Italia del boom economico: la rete autostradale, la motorizzazione di massa e i nuovi consumi. Tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta la ristorazione autostradale italiana è gestita prevalentemente dalle aziende alimentari Motta, Alemagna e Pavesi.
Nel 1977 dalla fusione delle  attività di ristorazione autostradale di Motta, Alemagna e Pavesi (controllate dalla Sme, finanziaria dell' gruppo Iri), nasce Autogrill SpA. L'azienda rimarrà nel sistema delle partecipazioni statali fino al 1995.
Matura la decisione di trasferire al settore privato la proprietà della Sme, e con essa di Autogrill, che nel frattempo ha cominciato ad affacciarsi sul mercato estero attraverso una serie di acquisizioni.
In Francia Autogrill acquisisce il 100%di Les 4 Pentes (gruppo Elitair). In Spagna rileva da Cepsa, secondo operatore petrolifero spagnolo, il 50% di Procace, società che si occupa di ristorazione.
Insieme con le tre banche di interesse nazionale (Comit, Credito Italiano, Banco di Roma), la Sme apre la grande stagione delle privatizzazioni, che sarà destinata a cambiare in profondità gli assetti del capitalismo italiano, mutandone la natura. Nel 1994 l'Iri cede le attività industriali del settore alimentare, poi quelle nella ristorazione e nella grande distribuzione (GS).
Nel 1995 Autogrill esce definitivamente dal controllo della Sme e viene privatizzata: Edizione Holding, finanziaria della famiglia Benetton, diventa azionista di maggioranza.
Autogrill, controllata da Edizione Holding, si quota alla Borsa di Milano. Se per una qualunque altra società la cessione ad un imprenditore privato poteva significare una normale evoluzione, per Autogrill ha rappresentato una tappa fondamentale nella ridefinizione della propria identità e di una aggressiva strategia di sviluppo. Tra il 1997 e il 1998 con le acquisizioni in Francia (Sogerba, 100%), Belgio e Olanda (AC Restaurant,100%), Austria (Wienerwald A, 100%) e Germania (Wienerwald D, 100%), il Gruppo Autogrill assume una dimensione sempre più europea.
Nel 1999 matura nel Gruppo la volontà di una ulteriore estensione della propria rete, che travalichi la pur significativa espansione in Europa fino a quel momento intrapresa. Si guarda a una diversificazione del business in direzione degli aeroporti. E un'offerta pubblica di acquisto viene lanciata su Host Marriott Services, società leader in America nel settore della ristorazione e del retail per i viaggiatori. L'opa si conclude positivamente raggiungendo il 100% di HMSHost. Da quel momento Autogrill trasforma nuovamente la sua identità costruendo un mix unico di prodotti e servizi presente su quattro continenti con la più ampia gamma di formule ristorative internazionali per le persone in viaggio, non solo nelle autostrade ma anche negli aeroporti.
Nello stesso tempo acquisisce una dimensione multicanale del business e un giro d'affari che le consente di competere con i protagonisti del mercato.
Autogrill acquisisce il 100% di Passaggio Holding AG, società con sede a Zurigo e leader in Svizzera nel settore della ristorazione in aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade. L'operazione conferma la strategia di espansione di Autogrill, focalizzata sui settori di business a maggiore crescita e sulle aree geografiche ad elevato potenziale economico e di sviluppo.
La copertura geografica di Passaggio evidenzia una forte complementarità con il network e con il portafoglio marchi di Autogrill.
Autogrill sigla un accordo per l'acquisizione del 70% del capitale di Receco, società spagnola attiva nel canale delle stazioni ferroviarie di Madrid Atocha, Siviglia e Cordova, i tre poli dell'alta velocità in Spagna. L'offerta di Receco è focalizzata sulla ristorazione, quindi in linea con il core business di Autogrill.
HMSHost annuncia nello stesso anno l'acquisizione di SMSI Travel Centres Inc, che gestisce i servizi di ristorazione lungo le Highway 400 e 401, le due principali autostrade dell'Ontario (Canada).
Viene esercitata l'opzione per l'acquisto della quota di maggioranza di Anton Airfood, terza società di ristorazione aeroportuale nordamericana, presente in 11 aeroporti di medie e grandi dimensioni (tra gli altri, Providence, Norfolk, Washington Reagan, Raleigh Durham) con un totale di oltre 90 punti di ristoro. La società ha sviluppato modelli di business particolarmente adatti agli aeroporti con un traffico fino a 5 milioni di passeggeri l'anno. L'operazione permette al Gruppo di estendere la capacità di offerta ristorativa a tutte le tipologie di aeroporti.
Nasce HMSHost Europe, con l'obiettivo di sviluppare il network aeroportuale anche in Europa.
L'alleanza con Altadis, uno dei principali player europei della logistica e del tabacco, porta Autogrill all'acquisizione paritetica della spagnola Aldeasa, leader nazionale e 4o operatore mondiale nel settore retail&duty-free aeroportuale, attivo nella Penisola Iberica, in diversi stati dell'America Latina, in Nord Africa e in Medio Oriente. Contemporaneamente il Gruppo rileva il 49,9% di Steigenberger Gastronomie, operatore di ristorazione attivo nell'hub di Francoforte.
In parallelo viene ulteriormente sviluppato il piano di espansione geografica del business aeroportuale esistente, consolidando la presenza in Paesi dove il Gruppo era già presente - Bergamo e Brescia, Madrid e Palma de Mallorca, Atene, Vienna - ed entrando per la prima volta in Nord Europa, un mercato fra i più rilevanti e dinamici del settore, all'interno di scali prima gestiti esclusivamente da altri operatori: Francoforte, Stoccolma e Cork.
Infine la Società entra in Slovenia, dove si aggiudica la gestione di 7 punti vendita lungo le autostrade.
Prosegue l'espansione del Gruppo con l'acquisizione della divisione di food&beverage retail aeroportuale di Cara, principale operatore di ristorazione integrata del Canada e di Carestel, primo operatore belga nei servizi di ristorazione in concessione. Autogrill consolida la presenza in Nord Europa, con l'ingresso nell'aeroporto di Copenhagen, e in Italia, con gli scali di Catania, Firenze, Bari e Brindisi. Nel contempo, avvia lo sviluppo in Asia.
Ingresso nel Regno Unito: sviluppo del Travel retail&duty-free e dell'In-Flight.
Autogrill acquisisce Alpha Group, uno dei principali operatori di ristorazione e retail aeroportuale a terra e a bordo. Rafforzamento della presenza in Asia, negli scali dove opera Alpha Group, e ingresso nell'aeroporto di Hyderabad in India.
Autogrill fornitore globale di servizi per il viaggiatore.
Autogrill acquisisce World Duty Free Europe, operatore mondiale di Travel retail&duty-free, e completa l'acquisizione di Aldeasa. Al primato nel settore della ristorazione si aggiunge quello nel retail aeroportuale.
Integrazione del Travel retail&duty-free Autogrill procede all'integrazione del business del Travel retail&duty-free, creando la più grande piattaforma acquisti europea del settore e consolidando la sua posizione competitiva nei mercati di riferimento.
Autogrill perfeziona la vendita del 100 % di Alpha Flight Group Ltd, la divisione catering a bordo degli aerei e integra le attività retail di Alpha all'interno delle strutture di Aldeasa e WDF. Con l'operazione Autogrill conclude un percorso iniziato nel 2007, contraddistinto dalla progressiva integrazione delle attività retail nel proprio business, e si concentra in modo esclusivo sulle due attività in cui opera da leader mondiale, food&beverage e travel retail.
Dall'integrazione delle attività aeroportuali di Alpha Airport Group, WDF ed Aldeasa, nasce World Duty Free Group, divisione Travel Retail & Duty Free del Gruppo Autogrill.
Scissione delle attività Travel Retail & Duty Free di Autogrill S.p.A a favore di World Duty Free S.p.A
immagine